Spaccio sulle colline livornesi, 6 arresti dei Carabinieri

Si è conclusa con sei arresti, un’operazione antidroga su vasta scala dei carabinieri di Livorno impegnati nel controllo e repressione del fenomeno dello spaccio sulle colline alle spalle della città. In carcere, per spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti, sono finiti 5 cittadini di origine marocchina, tutti di età compresa tra i 19 ai 34 anni, e un 26enne catanese.

L’operazione, che ha impegnato 50 militari anche con l’ausilio dei cani antidroga, è scattata ieri dopo giorni di appostamenti e controlli. La metodologia dello spaccio è sempre la solita: i cinque marocchini avevano sistemato un campo base, con tanto di tenda, in una zona boscosa di via di Popogna. Poi da lì si spostavano per rifornire i clienti in altre zone impervie, ma raggiungibili dalla strada e sempre con pronte vie di fuga. I cinque, sorpresi con circa 300 grammi di cocaina già divise in dosi, bilancine di precisione e una serie di coltelli e armi da taglio sono stati catturati dai militari dopo un inseguimento nel bosco.

Nell’ambito della maxi operazione, ma in questo caso a Rosignano Marittimo (Livorno), è finito in manette anche un 26enne catanese trovato in possesso di 110 grammi di marijuana, tre grammi di cocaina e un bilancino di precisione, individuato dopo che da un controllo a tre minorenni nella zona del porto turistico di Cala dé Medici, uno di questi era stato sorpreso con 20 grammi di marijuana in parte già suddivisa in dosi.

Condividi!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *