Santa Maria a Monte: il 18 maggio l’inaugurazione del Parco Archeologico

Si svolgerà sabato 18 maggio l’inaugurazione del parco archeologico “La Rocca” a Santa Maria a Monte. L’evento è stato patrocinato dal Ministero per i beni e le attività culturali, dalla Regione Toscana e dalla Provincia di Pisa. Finalmente sarà fruibile da parte di tutti i cittadini un luogo in cui l’amministrazione comunale ha sempre creduto, tanto da investire risorse pubbliche pari a 1.700.000 euro.

Di alcuni giorni fa la notizia che gli scavi hanno portato alla luce centinaia di scheletri e ossa, dall’VII al XIV secolo, e decine di conchiglie, tipo capasanta, come segno del pellegrinaggio a Compostela. Insieme ai corpi sono state scoperte anche conchiglie, di tipo capasanta, che sono un chiaro segno del pellegrinaggio a Santiago de Compostela in Spagna, in devozione alle reliquie di San Giacomo il Maggiore, uno dei dodici apostoli di Gesù.

Il Parco Archeologico  è ubicato alla sommità del centro storico dove recenti campagne di scavo hanno messo in luce una pieve altomedievale con cripta (VIII – X secolo), strutture sepolcrali annesse, e fornaci da campane dei secoli XI-XIII. Al periodo di dipendenza lucchese (sec. XIII/XIV) sono da attribuire i resti dalle strutture fortificate e la cisterna, parti di un più vasto complesso religioso-militare, successivamente abbandonato a seguito di vicende storiche ed eventi naturali.  Contigui al sito archeologico sono gli spazi destinati alla conservazione e l´esposizione dei reperti e alle attività integrative, quali i servizi multimediali, le attività didattiche e le iniziative culturali.

Fotogallery

Condividi!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *