Lungomare Livorno: fuga in scooter tra i tavoli del bar

Due tunisini di 30 e 26 anni sono stati arrestati ieri sera a Livorno dalla polizia per lesioni e resistenza a pubblico ufficiale e denunciati per ricettazione, dopo aver eluso un posto di controllo e dopo che al termine di un inseguimento delle volanti, a bordo di uno scooter (risultato rubato il giorno stesso in città) hanno seminato il panico tra i clienti delle baracchine del lungomare, tendando la fuga a tutta velocità in zona pedonale tra i tavolini dei bar.

Secondo quanto ricostruito dalla polizia, verso le 21 di ieri sera i due a bordo di uno scooter risultato rubato, dopo aver ignorato un alt intimato dalle volanti hanno messo in scena un pericoloso tentativo di fuga nella zona del lungomare della città, commettendo diverse infrazioni al codice della strada e finendo poi in una zona pedonale. Qui, transitando a tutta velocità tra i tavoli dei bar all’aperto hanno creato scompiglio tra i molti clienti delle baracchine sul lungomare.

Infine sono caduti dallo scooter e dopo un ulteriore tentativo di fuga a piedi sono stati bloccati e raggiunti dagli agenti reagendo con violenza e sono stati dunque arrestati per lesioni e resistenza e denunciati per ricettazione e guida senza patente. Lo scooter utilizzato dai tunisini infatti è risultato rubato il giorno stesso, ed è stato quindi riconsegnato al legittimo proprietario.

Condividi!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *