Il Novara passa al “Picchi”

Il Livorno stecca al “Picchi” e si fa battere 3-1 da un Novara che allunga la striscia positiva a 13 risultati consecutivi dimostrando di essere una delle squadre più in forma del momento e, in caso di play off, anche una delle squadre più temibili. Gli amaranto, poco lucidi,
avrebbero voluto dedicare una vittoria al compianto Morosini (hanno giocato con una scritta in suo ricordo stampata sulla maglia) e invece non approfittano del pari interno del Verona e mantengono un solo punto di vantaggio sugli scaligeri, terzi in classifica.

E’ lo svizzero Seferovic il protagonista assoluto del match e autore della tripletta che ha steso i toscani, pericolosi solo in avvio di match. Ospiti in vantaggio al 25′ del primo tempo grazie a una bella ripartenza finalizzata da Pesce che pesca in l’attaccante svizzero che con un preciso sinistro rasoterra batte Mazzoni. La reazione degli amaranto è blanda e il Novara va vicino al raddoppio con Gonzales, che si vede respingere di piede da Mazzoni un sinistro destinato all’angolino basso.

Nella ripresa il Livorno non riesce a cambiare l’inerzia della partita e continua a faticare parecchio per organizzare un’offensiva decente, mentre i piemontesi pungono in contropiede. Al 18′ capolavoro del Novara: Pesce serve Gonzales che di prima smarca Seferovic in posizione regolare e tutto solo davanti al portiere toscano che supera con un destro preciso.Nicola ridisegna il Livorno, ma i suoi trovano il gol della speranza con un sinistro potente e rasoterra di Duncan al 42′. Ma al 45′ ancora Seferovic con un gran sinistro al volo chiude la partita e fissa il punteggio sul 3-1 finale.

Condividi!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *