Aeroporto Galilei: passeggeri in calo del 6,9%

Il Consiglio d’Amministrazione di SAT, la società che gestisce l’aeroporto di Pisa, ha esaminato ed approvato il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2013. Un periodo in cui il perdurare della congiuntura economica negativa e la generale contrazione del traffico aereo hanno influenzato l’andamento dei principali risultati economici di SAT.

Questi risultati vengono confrontati con quelli record conseguiti nel primo trimestre 2012, culminati, per la prima volta della storia della società, nel conseguimento di un pareggio di periodo. Nel primo trimestre 2013 l’aeroporto Galilei di Pisa ha chiuso con 704.209 passeggeri transitati, in diminuzione del 6,9% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Questo risultato riflette l’assenza dell’operatività del vettore Wind Jet, terzo vettore dell’aeroporto di Pisa per numero di passeggeri trasportati nel 2011, che nel primo trimestre del 2012 aveva trasportato da/per l’aeroporto Galileo Galilei circa 35 mila passeggeri.

Nel primo trimestre dell’anno inoltre, il traffico negli scali italiani ha subito un brusco rallentamento e il numero dei passeggeri è calato del 5,5%. In un mercato nazionale caratterizzato da una flessione del traffico, l’aeroporto di Pisa è riuscito comunque ad incrementare la propria posizione nella classifica degli aeroporti regionali italiani (al netto dei sistemi aeroportuali di Roma e Milano), passando alla settima dall’ottava occupata al 31 marzo 2012.

Condividi!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *